Germania ed Europa promuovono la pedofilia

Opuscoli del governo invitano il padre a toccare gli organi genitali dei figli da uno a tre anni e di insegnargli a fare altrettanto con il padre: se non è pedofilia ditemelo voi cos’e’!

Il Governo Tedesco promuove la pubblicazione di “Pedofilia incestuosa come educazione al sesso sano”. Micheal O’Brien, autore che ha studiato la crisi della cultura occidentale dice che questo “intervento dello Stato tedesco nella vita familiare costituisce un nuovo livello di auto-distruzione”. Opuscoletti da una filiale del ministero del governo tedesco per la Famiglia incoraggiano i genitori a massaggiare sessualmente i loro bambini di 1-3 anni di età. Due opuscoli di 40 pagine intitolati “Amore, Corpo e Gioco del Dottore” dal Centro di Educazione alla Salute della Germania Federale (Bundeszentrale für gesundheitliche Aufklärung – BZgA) che sono indirizzati a genitori – il primo orientato ai bambini di 1-3 anni e l’altro ai bambini di 4-6 anni di età.

PEDOFILIA AVANTI TUTTA!

“I padri non dedicano sufficiente attenzione al clitoride e alla vagina delle loro figlie. Le loro carezze troppo raramente riguardano queste regioni, mentre questo è il solo modo in cui le ragazze possono sviluppare un senso di orgoglio per il proprio sesso”, recita l’opuscolo riguardante i bambini di 1-3 anni. Gli autori razionalizzano, “Il bambino tocca tutte le parti del corpo del padre, a volte eccitandolo. Il padre dovrebbe fare lo stesso”. L’Autore e conferenziere canadese Michael O’Brien che ha scritto e parlato a lungo della crisi della cultura in Occidente ha parlato a LifeSiteNews.com circa lo sconvolgente ed estremamente inquietante fenomeno. Si tratta, ha detto, “di incesto – incoraggiato dallo Stato, cosa che nelle società più civili è un crimine”. [Questo] sviluppo è, un naturale risultato del rifiuto dell’ordine morale giudaico-cristiano. “La rivoluzione sociale imposta che ha travolto il mondo occidentale sta muovendo verso una nuova fase che emana come le logiche conseguenze della sua visione di valore dell’uomo”. “Si tratta semplicemente di obbedire alla sua filosofia rigorosamente materialista dell’uomo. Se l’uomo non è altro che una creatura creata per il piacere o per il potere. Se egli non è altro che una cellula dell’organismo sociale, allora non ci sono norme morali, non ci sono verità psicologiche, non ci sono verità spirituali in grado di confutare la ‘volontà di potenza’ e la ‘volontà di piacere'”.

MASTURBAZIONE ILLIMITATA?

L’opuscolo consiglia ai genitori di consentire bambini “masturbazione illimitata” eccetto in caso di evidente danno fisico. Si avverte: “I bambini devono imparare che non esiste una cosa come parti vergognose del corpo. Il corpo è una casa, di cui si dovrebbe essere orgogliosi”. Per i 4-6 anni, l’opuscolo raccomanda di insegnare ai bambini i movimenti di copulazione. Un altro prodotto della BZgA è un libro di canzoni destinato ai bambini dai quattro anni e un po’ più grandicelli, che include diversi brani che “sposano” la masturbazione. Il libro di canzoni dal titolo “Naso, pancia e sedere” comprende una canzone con le parole seguenti: “Quando mi tocco il corpo, scopro quello che ho. Ho una vagina, perché io sono una ragazza. La vagina non è solo per fare la pipì… Quando la tocco, sento un piacevole formicolio”. “La posizione più profonda e più saggia della maggior parte delle civiltà ha riconosciuto che i bambini hanno bisogno di un periodo di innocenza”, ha commentato O’Brien. “Ora lo Stato, lo Stato Tedesco, sta incoraggiando la distruzione di questo stato di innocenza”, ha aggiunto. “Questo è coerente con la filosofia materialista che vede tutte le norme morali e tutte le verità sulla natura umana come repressive. Il piacere e il loro concetto distorto di libertà sono i loro soli principi guida”.Secondo il quotidiano polacco Rzeczpospolita, l’opuscoletto BZgA è una lettura obbligatoria in nove regioni tedesche. E’ utilizzato per la formazione degli insegnanti degli asili nido, della scuola materna e di scuola elementare. Paradossalmente è raccomandato da molte organizzazioni che ufficialmente combattono la pedofilia, come il Kunderschutzbund tedesco. BZgA invia milioni di copie dell’opuscoletto ogni anno.

GERMANIA: UN NUOVO LIVELLO DI AUTO-DISTRUZIONE

“Una società come quella della Germania che è già in forte declino, anzi in degenerazione, erediterà solo il vortice della violenza e livelli ulteriori di degrado del proprio popolo. E’ accaduto prima in Germania. E’ accaduto in altre nazioni. Diverse cause, ma la stessa dinamica, il rifiuto dell’ordine morale dell’universo creato sfocia nel male radicale. L’intervento dello Stato tedesco nella vita familiare è un nuovo livello di auto-distruzione”. Rzeczpospolita riferisce che il Eckhardt Scheffer di BZgA ha affermato che prima di rilasciare il manuale l’organizzazione ha consultato genitori, educatori e psicologi infantili, il 93% dei quali ha dato una valutazione positiva. Anche per una nazione occidentale, cartelloni pubblicitari della Germania e spot televisivi sono ai limiti della pornografia pubblica. L’anno scorso LifeSiteNews.com ha riferito che un teen magazine molto popolare in Germania pubblica foto di adolescenti nude in posizioni sessuali che in quasi ogni altra nazione sarebbero pornografia infantile illegale. Con una licenziosità quale nuova morale del sistema secolare materialista ed una scuola domestica quale pratica vietata, i genitori in Germania potrebbero ben chiedersi cosa ci sarà nella pubblica istruzione. “Saranno quei bambini che non sono liberati dai loro genitori, ad avere classi speciali nelle loro scuole dove sono stati introdotti a queste pratiche?”, ha chiesto retoricamente O’Brien. “Se lo Stato interviene in questo modo, cosa non volete che vi intervenga?” O’Brien ha concluso i suoi commenti citando G.K. Chesterton: “Quando gli uomini smettono di credere in Dio, essi alla fine non credono in nulla, essi diventano capaci di credere qualsiasi cosa”.

di Manif Pour Tous Palermo

Fonte: http://www.bastabugie.it



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *