DAT: Il Vescovo scrive a Vita Nuova

Il Vescovo ha scritto una lettera di stima e vicinanza a Vita Nuova con riferimento alle sue prese di posizione contro la delibera comunale sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento

Il nostro Settimanale ha pubblicato nel numero di venerdì 28 marzo 2014 la seguente Lettera del Vescovo al Direttore di Vita Nuova.

Egregio Direttore,

ho seguito fin dalle prime battute e continuo a seguire con crescente interesse l’impegno profuso da Vita Nuova, sul piano informativo e formativo, a proposito della delibera della Giunta comunale di Trieste relativa all’istituzione di un deposito per le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT).

Ho apprezzato il modo serio e chiaro con cui Vita Nuova ha affrontato a più riprese l’argomento, fornendo ai suoi lettori su questa delicata questione illuminanti approfondimenti bioetici, giuridici, amministrativi. Il tutto è stato svolto con opportuno e doveroso riferimento al Magistero della Chiesa in materia. Ciò non ha impedito a Vita Nuova di usare un tono propriamente giornalistico, anche se sempre rispettoso del confronto democratico, come si addice ad un Settimanale.

Colgo l’occasione per partecipare la mia gratitudine e per incoraggiare a proseguire su questa strada perché le sfide, che in molti campi si profilano, sono assai impegnative, e per augurare a lei e a tutti i collaboratori di Vita Nuova buon lavoro.

 + Giampaolo Crepaldi

Arcivescovo

Ringraziamo l’Arcivescovo per questo attestato di stima e vicinanza, che ci conferma nella certezza che la posizione di Vita Nuova è la posizione della Chiesa di Trieste.

(Foto di Francesco La Bella)

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *