Torna il Caminetto dell’Arcivescovo

Nel numero di Vita Nuova di oggi, venerdì 8 marzo 2013, torna il Caminetto dell’Arcivescovo con una lunga intervista dedicata soprattutto al risultato elettorale. Una pagina tutta da leggere, di cui anticipiamo qui qualche stralcio.

Nel numero di Vita Nuova di oggi, venerdì 8 marzo 2013, torna il Caminetto dell’Arcivescovo con una lunga intervista dedicata soprattutto al risultato elettorale. Una pagina tutta da leggere, di cui anticipiamo qui qualche stralcio.

Dopo aver evienziato la gravità della crisi ecnomica in atto nel nostro Paese, l’Arcivescovo così valuta in sintesi il senso del risultato elettorale: “un grave scollamento tra politica e popolo, ossia una grande insoddisfazione che si è espressa in modi molteplici, e poi la crisi delle grandi tradizioni di cultura politica nazionale”.

Tra queste tradizioni storiche egli considera anche quella cattolica, che si è attuata “con la dispersione di uno straordinario e popolare patrimonio di presenza nel sociale”. Per Mons. Crepaldi  “è stata sprecata l’occasione di approfittare del periodo del governo tecnico di Monti per rilanciare prima di tutto un pensiero e una cultura e poi anche delle ipotesi operative”.

Nell’articolo alcune domande del nostro Direttore chiedono a Mons. Crepaldi un parere sulla coalizione della sinistra, su quella di centro destra e sul Movimento 5 Stelle.

A proposito del governo, l’Arcivescovo esprime questa indicazione: “La gravissima situazione economica e lavorativa che per molte famiglie sta diventando tragica richiede un sussulto di responsabilità. Il Partito Democratico, che in questo momento ha in mano il pallino, non cerchi alleanze mirate ed escludenti, ma faccia una proposta politica di unità nazionale e vedremo chi ci starà. Questa proposta politica di unità nazionale dovrebbe escludere interventi sui temi etici, che non sono per niente urgenti e che dividerebbero, e dovrebbe prevedere anche un ricambio generazionale”.

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *