Sentinelle anti indifferenza

Sabato 17 maggio le Sentinelle in Piedi sono tornate a manifestare in piazza Sant’Antonio per la verità della famiglia e per la libertà di dirlo.

Sabato 17 maggio sono tornate a manifestare le Sentinelle in Piedi a Trieste, in piazza Sant’ Antonio. Le ho contate, erano in 110. Le Sentinelle in Piedi hanno fin dall’iniziol’appoggio di Vita Nuova. Nel numero scorso, per farle conoscere, abbiamo pubblicato una intera pagina di foto da tutta Italia.

Le Sentinelle nascono in Francia – dove si chiamanlo Veilleurs, i Veglianti, coloro che vegliano  -dove è vietato manifestare contro il “atrimonio per tutti” e per la famiglia naturale, in quanto si tratterebbe di discriminazione e lesione dei diritti LGBT. Allora in Francia hanno escogitato questo sistema: stare fermo in strada a leggere un libro  non è vietato. Io mi fermo qui e leggo un libro, tu ti fermi a due metri da me e anche t leggi un libro. Per la legge non stiamo manifestando e non siamo perseguibili. Ma in realtà stiamo manifestando, perchè tutti sanno perchè siamo lì.

Le  Sentinelle in Piedi nascono quindi per garantire la libertà di dire che 2 + 2 fa 4. Per dire che una coppia di omosessuali non è una famiglia, perché manca la complementarietà e la possibilità di generare. Per dire che vietare per legge di dire tutto questo significa dittatura. Per dire che se passa la legge Scalfarotto,  ancora in discussione in Senato, anche in Italia, come già in altri Paesi, dire che la famiglia è solo quella eterosessuale perseguibile.

Sabato 17 maggio, si è tenuta in Piazza dell’Unità un’altra manifestazione a sostegno dei diritti degli omosessuali, dei transessuali e dei bisessuali. Tra questi “diritti” si pretende anche di inserire quello alle unioni civili, al matrimonio,  ad essere famiglia, all’adozione, all’inseminazione artificiale (anche eterologa dopo la micidiale sentenza della Corte Costituzionale) e così via. Tutti questi non possono essere considerati diritti, non possono pretendere un riconoscimentlo eun sostegno pubbliclo. Le Sentinelle in Piedi, sabato, hanno anche manifestato contro tutto ciò e per la verità della famiglia.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *