Scuole paritarie & lezioni di gender: «l’Espresso» entra in aula per espellerne i cattolici

«Dove vanno a finire i quasi 700 milioni di euro all’anno per le paritarie?», chiede Michele Sasso de l’Espresso. Risponde Mila Spicola, insegnante, membro della direzione del Pd: «Aiutiamo i somari creando dei carrozzoni che stampano diplomi. Il privato da noi non è indice di qualità, ma al contrario di dequalificazione per gli studenti. Soprattutto […]

«Dove vanno a finire i quasi 700 milioni di euro all’anno per le paritarie?», chiede Michele Sasso de l’Espresso. Risponde Mila Spicola, insegnante, membro della direzione del Pd: «Aiutiamo i somari creando dei carrozzoni che stampano diplomi. Il privato da noi non è indice di qualità, ma al contrario di dequalificazione per gli studenti. Soprattutto in Campania i docenti sono sfruttati e i maturandi prendono puntualmente il massimo dei voti».

Di rincalzo, Arianna Giunti firma un pezzo intitolato La guerra della scuola agli omosessuali. Tra boicottaggi, licenziamenti e “manuali” in cui si afferma che «Negli istituti italiani si fa sempre più feroce la battaglia di associazioni dei genitori e organizzazioni religiose per “bandire la teoria del genere” e “difendere la famiglia tradizionale”. Con il risultato che si moltiplicano gli episodi di omofobia e i dibattiti sulla sessualità vengono banditi».

Il famoso settimanale della Sinistra radical-chic italiana ha deciso insomma di attaccare frontalmente i cattolici salendo in cattedra. Prepariamoci

Fonte: http://www.iltimone.org



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *