Quella medaglia a don Jakomin

Sessant’anni a Servola. Don Dusian Jakomin è statlo premiato in Comune dal sindaco Cosolini per la sua opera religiiosa, culturale e civile realizzata senza mai spostarsi da Servolo lungo tanti anni.

Giovedì 10 ottobre il Sindaco di Trieste Roberto Cosolini ha conferito a don Dušan Jakomin una medaglia come riconoscimento e ringraziamento per la sua opera religiosa, culturale e sociale svolta a Servola in sessant’anni di vita. Don Jakomin a Servola è un punto di riferimento e una “istituzione”. Proprio giovedì 10, dopo il conferimento della medaglia, l’ho incontrato alla Trattoria da Gigi, punto nevralgico della vita  sociale e aggregativa di Servola, e ho avuto modo ci complimentarmi con lui, insieme a Franco, alla signora Benita e a tanti servolani lì presenti. In quell’occasione don Dušan, ironicamente, mi ha detto di essere stato premiato per la sua vecchiaia. Si riferiva ai 60 anni di cui parlava la motivazione del premio. Ma tutti sappiamo che non si tratta solo di 60 anni ma soprattutto del modo con cui sono stati vissuti a Servola, ossia accanto alla gente, da sacerdote, da amico e da fratello. Nel prossimo numero di Vita Nuova del 20 ottobre pubblicheremo una intervista a don Jakomin.  Intanto, a don Dušan, l’affetto e il grazie anche di Vita Nuova.

Nella foto: Mons. Dušan con Stefano Fontana e lo staff della trattoria da Gigi di Servola capitanato dallo chef Franco.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *