Olanda. A 15 anni dalla legge, si festeggia la settimana dell’eutanasia

La potente associazione per il diritto di morire (Nvve) celebra la legge entrata in vigore nel 2001 con corsi scolastici, proposte sull’eutanasia del futuro e cineforum istruttivi

In Olanda si sta festeggiando la “settimana dell’eutanasia”. Ad istituirla, dal 13 al 20 febbraio, è stata la potente associazione per il diritto di morire (Nvve) per celebrare il 15esimo anniversario dall’approvazione della legge che ha legalizzato la “buona morte”, entrata in vigore l’1 aprile 2002.

IL PROGRAMMA. Il programma della festa prevede soprattutto attività rivolte ai giovani: verrà trasmesso un film su una donna di 27 anni che ha scelto di morire, con successivo cineforum, ci sarà l’evento Café Doodnormaal (Caffé morte normale), durante il quale i giovani possono discutere della fine della vita e del rispetto dell’autonomia di tutti. Si svolgeranno infine convegni per presentare a tutti nuove proposte per fare evolvere la legge: eutanasia di coppia, auto-eutanasia, eutanasia per chi soffre di demenza e non può esprimere la sua opinione ed eutanasia per chi è «stanco di vivere».

KILL PILL. L’associazione proporrà anche di autorizzare la “Kill Pill”, una pillola che a prescindere dal fatto che una persona sia o meno affetta da patologie, fisiche o mentali, deve essere messa gratuitamente a disposizione di tutti gli olandesi che abbiano compiuto i 70 anni e comodamente ritirabile in farmacia.

CATTIVE NOTIZIE. A rovinare la “settimana dell’eutanasia” è appena uscito uno studio su JAMA Psychiatry, che suona il campanello di allarme sulla legge che, tra il 2011 e il 2014, non ha impedito l’uccisione di malati psichiatrici con l’eutanasia solo perché «soli, depressi o affetti da disturbi alimentari». Ed è proprio per il modo in cui la legge viene quotidianamente abusata che in Belgio il Parlamento sta pensando di modificare le regole in senso restrittivo.

BUON ANNIVERSARIO. Nvve però non si farà distrarre da qualche malalingua e continuerà a festeggiare le 5.306 persone morte con l’iniezione letale nel 2014, un aumento del 182 per cento rispetto al 2002, quando ne sono morte “appena” 1.882. Festeggerà anche nelle scuole, dove sono cominciati corsi scolastici dal titolo “Eutanasia – morte normale”. Mentre si attendono i dati del 2015, le stime dicono che attualmente in Olanda se ne vanno con la “buona morte” 14,5 persone al giorno. Buon anniversario eutanasia.

di Leone Grotti

Fonte: http://www.tempi.it



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *