Il leghista Pillon: “Cambiamo la 194 come in Argentina”

Il senatore leghista Simone Pillon contro l’aborto: “Oggi non ci sono le condizioni per cambiare la 194, ma vedrà che anche noi ci arriveremo, come è successo in Argentina”

“Oggi non ci sono le condizioni per cambiare la 194, ma vedrà che anche noi ci arriveremo, come è successo in Argentina”.
A sostenerlo, nel corso di un’intervista rilasciata a La Stampa, è il senatore leghista Simone Pillon che sui temi etici e, soprattutto sull’aborto, sembra avere le idee molto chiare.
Il suo obiettivo è arrivare ad “azzerare gli aborti” per poi cambiare la legge che sancisce il diritto all’interruzione di gravidanza. Attualmente, in Parlamento, non vi sono le condizioni politiche per farlo ma, applicando la prima parte della 194, si può puntare a raggiungere l’obiettivo “aborti zero”. Secondo Pillon, tra gli organizzatori del Family Day, è necessario aiutare le donne che scelgono di abortire per motivi economici. Il senatore è convinto che si debba sostenere la maternità, “altrimenti nel 2050 ci estinguiamo come italiani”. Il suo modello è l’Argentina dove il Senato ha bocciato la proposta, già passata alla Camera,di legalizzazione dell’aborto. Nel Paese sudamericano, attualmente, è possibile effettuare l’interruzione di gravidanza solo in caso di stupro o rischio per la vita della madre.
di Francesco Curridori
Fonte: http://www.ilgiornale.it



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *