Gioco del Rispetto: modulo di autorizzazione da bocciare

Comunicato stampa del Comitato Genitori Trieste: il modulo del Comune distribuito ai genitori perché autorizzino la partecipazione dei figli al Gioco del Rispetto è da bocciare.

 

Il modulo predisposto dal Comune e distribuito ai genitori perché diano la loro adesione al progetto “Il Gioco del Rispetto” non offre una possibilità di scelta ed è la negazione del diritto all’educazione dei propri figli.

Viene completamente ribaltato il concetto di libertà di scelta educativa: non dovrebbe essere la scuola che impone i contenuti educativi ed il genitore che autorizza, o vieta, al figlio la condivisione dei contenuti stessi. Casomai in un rapporto che rispetti il ruolo della famiglia la relazione è invertita: il genitore valuta, sceglie, trasmette al figlio i propri valori ed è la scuola che deve chiedere ai genitori il permesso di svolgere o non svolgere certe attività che rientrano prepotentemente in quegli ambiti sensibili e personali della vita privata, così sensibili da venir persino compresi in quelli tutelati anche dalla Legge sulla Privacy.

L’artificioso ribaltamento di questo diritto combacia perfettamente con quanto dichiarato nelle Linee guida del “Gioco del Rispetto”, ovvero che “la scuola è invitata imperativamente a ridurre lo scarto – sempre maggiore – tra gli apprendimenti formali (che si sviluppano all’interno delle istituzioni educative e scolastiche) e gli apprendimenti non formali ( che si realizzano negli spazi familiari, ambientali, sociali…)”.

Tutto questo rischia di creare pesanti discriminazioni ai danni del bambino con il grave rischio che siano le insegnanti stesse, magari incolpevoli strumenti di un diabolico sistema perverso, a rompere l’equilibrio del rapporto di fiducia genitori-figli e figli-genitori, trasmettendo ai bambini il messaggio che questi ultimi non possono prendere parte ad un’attività perché mamma e papà non glielo permettono.

Si tratta di un fatto molto grave che si basa su una visione pericolosa dei ruoli e delle responsabilità educative.

Il Comitato Genitori Trieste invita pertanto i genitori a prestare molta attenzione alle dinamiche nel mondo scolastico ed invita il Comune di Trieste a ritirare immediatamente il modello di autorizzazione, riscrivendolo nel rispetto dei ruoli di tutti gli attori.

info@comitatogenitoritrieste.it



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *