Ecco i nomi …

Fare i nomi significa spesso essere delatori. Ma in democrazia fare i nomi di come votano in aula i deputati da noi eletti in parlamento significa trasparenza e onestà politica. Solo sapendo come votano i nostri deputati possiamo poi eventualmente non votarli più. A parte, naturalmente, le questioni in cui il voto deve essere segreto. […]

Fare i nomi significa spesso essere delatori. Ma in democrazia fare i nomi di come votano in aula i deputati da noi eletti in parlamento significa trasparenza e onestà politica. Solo sapendo come votano i nostri deputati possiamo poi eventualmente non votarli più. A parte, naturalmente, le questioni in cui il voto deve essere segreto.

Il 4 febbraio scorso il Parlamento europeo ha approvato la mozione Lunacek, dal nome della deputata proponente. Questa mozione è di notevole gravità in quanto sostanzialmente impegna gli Stati membri dell’Unione Europea ad adottare una legislazione a favore del matrimonio omosessuale, con tutto quello che ne consegue. Il motivo addotto, naturalmente, è la lotta contro la discriminazione, ma con questa scusa si vuole imporre agli Stati membri di riconoscere situazioni inaccettaili, come appunto il matrimonio omosessuale, il diritto all’inseminazione artificiale, il diritto di avere figli da parte di coppie omo, un’educazione scolastica delle nuove generazioni basata sull’indifferenza sessuale eccetera.

Elenchiamo qui di seguito – prendendoli da www.lanuovabq.it – i nomi dei deputati italiani al Parlamento europeo, indicando per ognuno come ha votato. Almeno sappiamo come comportarci alle prossime elezioni europee.

Si sono pronunciati a favore:
Pino Arlacchi (PD), Francesca Barracciu (PD), Franco Bonanini (Non Iscritto), Salvatore Caronna (PD), Sergio Gaetano Cofferati (PD), Silvia Costa (PD), Francesco De Angelis  (PD), Paolo De Castro (PD), Leonardo Domenici (PD), Herbert Dorfmann  (SVP), Franco Frigo (PD), Roberto Gualtieri (PD), Guido Milana (PD), Barbara Matera (PDL), Pier Antonio Panzeri (PD), Aldo Praticiello (PDL), Mario Pirillo (PD), Gianni Pittella (PD), Vittorio Prodi (PD) Nicolò Rinaldi (Italia dei Valori), Licia Ronzulli (PDL), Patrizia Toia (PD), Giommaria Uggias  (Italia dei Valori), Gianni Vattimo  (M5S), Iva Zanicchi (PDL), Andrea Zanoni (PD).

I contrari sono stati Magdi Cristiano Allam (Io Amo l’Italia), Roberta Angelilli (PDL), Raffaele Baldassarre  (PDL), Paolo Bartolozzi (PDL), Sergio Berlato (PDL), Fabrizio Bertot (PDL), Mara Bizzotto (Lega Nord),Mario Borghezio (Lega Nord), Antonio Cancian (PDL), Carlo Casini (UDC), Carlo Fidanza (Fratelli d’Italia), Elisabetta Gardini (PDL), Giuseppe Gargani (Unione di Centro), Lorenzo Fontana (Lega Nord), Giovanni La Via (PDL), Clemente Mastella (PDL), Erminia Mazzoni (PDL), Claudio Morganti (Ind.), Alfredo Pallone (PDL), Fiorello Provera (Lega Nord) Oreste Rossi  (PDL), Matteo Salvini (Lega Nord), Giancarlo Scottà (Lega Nord), Marco Scurria (Fratelli d’Italia), Sergio Silvestris (PDL), Francesco Enrico Speroni  (Lega Nord), Gino Trematerra (UDC).

Tre sono stati gli astenuti: Antonello Antinoro (UDC), Ciriaco De Mita (UDC), e Salvatore Iacolino (PDL).

Coloro che, invece, hanno optato per l’assenza – che di fatto si è tradotta in un voto favorevole – sono stati Alfredo Antoniozzi (PDL), Sonia Alfano (Italia dei Valori), Francesca Balzani (PD), Luigi Berlinguer (PD), Vito Bonsignore  (UDC), Rita Borsellino (PD), Lara Comi (PDL), Andrea Cozzolino (PD), Susy De Martini (PDL), Vincenzo Iovine (UDC), Cristiana Muscardini (Futuro e Libertà), Crescenzio Rivellini (PDL), Potito Salatto (PDL), Amalia Sartori (PDL), David-Maria Sassoli (PD), Salvatore Tatarella (Futuro e Libertà).



Un commento su “Ecco i nomi …

  1. gabriella ha detto:

    Grazie Stefano Fontana,
    siamo molti ad appoggiare il tuo operato e, grazie per aver reso pubblici i nomi di chi ha votato favorevole. sapremo cosa fare alle europee

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *