Due Papi santi: la festa continua

Domenica 25 maggio, ore 17,30, celebrazione eucaristica in Cattedrale ed esposizione delle due reliquie di San Giovanni XXIII e San Giovanni Paolo II. Messaggio del Vescovo.

Domenica 25 maggio, ore 17,30,  nella Cattedrale di San Giusto

CELEBRAZIONE PER L’ ESPOSIZIONE DELLE RELIQUIE

DEI SANTI GIOVANNI XXIII E GIOVANNI PAOLO II

 

Mercoledì 23 maggio si è tenuta la conferenza stampa della presentazione della solenne Celebrazione Eucaristica che l’Arcivescovo presiederà domenica 25 maggio nella Cattedrale  di San Giusto, durante la quale verranno esposte le reliquie dei due nuovi Santi Papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II.  Alla conferenza stampa erano presenti il Vicario generale della Diocesi, Mons. Pier Emilio Salvadè, mons. Marino Trevisini, Parroco-arciprete della cattedrale di San Giusto, e il maestro Marco Sofianopulo, direttore della Cappella Civica di Trieste. La Celebrazione del 25 maggio sarà accompagnata dalla Cappella Civica di Trieste che eseguirà un inno inedito composto dal Maestro Marco Sofianopulo. Sempre in questa occasione verrà benedetto il dipinto del Maestro Cesare Sofianopulo “Ego sum vita”, concesso in perpetuo alla chiesa cattedrale di San Giusto.

Pubblichiamo il Messaggio del Vescovo alla Diocesi per la solenne circostanza

 

MESSAGGIO DELL’ ARCIVESCOVO

 

Carissimi fratelli e sorelle,

domenica 25 maggio, nella Chiesa Cattedrale di San Giusto, si terrà una solenne celebrazione eucaristica per commemorare degnamente san Giovanni XXIII e san Giovanni Paolo II, recentemente canonizzati dal Santo Padre Francesco. Sarà un’occasione speciale per ringraziare Dio di averci donato due nuovi santi che, con la loro vita e il loro ministero, hanno scritto una pagina luminosissima nella storia della Chiesa contemporanea. Nella sua omelia, pronunciata in occasione della canonizzazione dei due pontefici, papa Francesco ci ha ricordato che  “sono proprio i santi che mandano avanti e fanno crescere la Chiesa”. San Giovanni XXIII ebbe la straordinaria intuizione di avviare il Concilio Vaticano II, dimostrando in questo una delicata docilità allo Spirito Santo. Questo – affermò papa Francesco –  è stato il suo grande servizio alla Chiesa. Nello svolgimento del suo lungo e ricchissimo ministero petrino al servizio della Chiesa, san Giovanni Paolo II è stato il Papa della famiglia, che ha illuminato con il faro luminoso di magistero che resta ancora attualissimo.

Carissimi fratelli e sorelle, vi aspetto numerosi il prossimo 25 di maggio in Cattedrale, dove, per la fausta circostanza, avremo modo di venerare le reliquie dei due nuovi santi, reliquie che resteranno poi esposte e che potranno essere oggetto di considerazione spirituale nell’esercizio quotidiano della nostra pietà di popolo cristiano. Per l’occasione il M° Marco Sofianopulo ha composto un inno su testo di mons. Giorgio Carnelos che verrà eseguito alla fine della cerimonia dalla Cappella Civica. Li ringraziamo di cuore. Sono inoltre lieto di informarvi che, dopo l’esposizione delle reliquie dei santi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, avrò la grazia di benedire un quadro della crocifissione, dipinto da Cesare Sofianopulo e gentilmente concesso in perpetuo alla nostra Chiesa Cattedrale dal nipote M° Marco Sofianopulo, che ringrazio nuovamente e di cuore, anche a nome della nostra Diocesi, per questo ulteriore segno del suo amore per la nostra Cattedrale.

A Maria, che i Padri consiliari vollero onorare come Madre della Chiesa, affidiamo la nostra Diocesi che, nel suo cammino sinodale, sta riscoprendo la comune vocazione alla santità. Tutti benedico.

+Giampaolo Crepaldi

Arcivescovo

Trieste, 17 maggio san Pasquale Baylon

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *