Domande chiare ai candidati del FVG

Quando si leggono le interviste ai candidati alle elezioni politiche, anche di quelli “nostrani” qui in Friuli Venezia Giulia, si rimane sorpresi dalla vaghezza delle risposte su temi di cruciale importanza. Anche i Settimanali diocesani della nostra regione hanno pubblicato interviste di questo tipo e, essendo Settimanali diocesani, hanno chiesto il parere dei candidati non […]

Quando si leggono le interviste ai candidati alle elezioni politiche, anche di quelli “nostrani” qui in Friuli Venezia Giulia, si rimane sorpresi dalla vaghezza delle risposte su temi di cruciale importanza. Anche i Settimanali diocesani della nostra regione hanno pubblicato interviste di questo tipo e, essendo Settimanali diocesani, hanno chiesto il parere dei candidati non solo su questioni opinabilissime, ma anche su questioni che richiedono un giudizio chiaro, un aut-aut, perché ne va dell’umanità dell’uomo. Ebbene, anche su queste i candidati tergiversano e girano attorno al problema. Quando poi alcuni di loro si dicono cattolici e, dicendolo, fanno una pubblica testimonianza di fede e di appartenenza ecclesiale e, nello stesso tempo, chiedono voti anche in quanto tali, ossia cattolici, la vaghezza delle risposte è ancora più urtante.

Allora vorrei riprendere la sfida lanciata da Eugenia Roccella sul Settimanale “Tempi” e sottoporre ai Candidati al Parlamento che si presentano qui in Friuli Venezia Giulia le 8 domande – precise e concrete – da lei proposte. Siccome sono domande a cui si risponde con un SI’ o con un No, girare intorno qui non è possibile. Facciamo le domande e attendiamo le risposte.

DOMANDE

1. Siete disposti ad approvare la legge sulle dichiarazioni anticipate di trattamento nella formulazione attuale, così come è stata approvata dalla Camera?
2. Considerando che le linee guida della legge 40 sulla procreazione medicalmente assistita dovranno essere rinnovate, siete disposti a chiarire che la diagnosi preimpianto sugli embrioni
non può essere consentita?
3. Siete disposti a difendere i confini della legge 40?
4. Pensate di mantenere le attuali linee ministeriali per l’uso della pillola abortiva Ru486, che prevedono il ricovero ospedaliero ordinario, e non il day hospital, per i giorni richiesti dall’intera fase abortiva (tre in media)?
5. Pensate di regolamentare le unioni di fatto
eterosessuali e omosessuali o ritenete che basti garantire ai componenti di una coppia i diritti individuali?
6. Prevedete la proposta di un disegno di legge specifico sull’omofobia
?
7. Cosa pensate delle scuole paritarie e come pensate eventualmente di sostenerle?
8. Ritenete necessario modificare la legislazione sulle biobanche?



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *