2 commenti su “Chi non parla o ha paura o non crede. Il discussionismo del cattolico indeciso

  1. Ernesto ha detto:

    Anche chi non è in grado di snocciolare termini teologici, o citare passi biblici a memoria,può comunque testimoniare ciò che Dio ha fatto nella sua vita,per questo è importante che sappiamo dar ragione della nostra fede chi in modo più semplice chi con argomentazioni più ricche, l’importante è che siano credibili,autentiche

  2. Silvio Brachetta ha detto:

    Certamente Ernesto. Questo è proprio uno dei sensi dell’articolo.
    La verità non ha a che fare con l’erudizione, né con la quantità di cose conosciute. Chi sa tre cose o mille è nella verità quando sa fare la giusta sintesi di quello che sa.
    La veneranda signora, quindi, che conosce solo il santo Rosario e lo recita ogni giorno conosce di Dio quanto e più di un teologo. Così anche il teologo San Tommaso non era nella verità perché sapeva molte cose, ma perché le ha sapute usare secondo la volontà di Dio.

Rispondi a Ernesto Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *