500 laici scrivono al Catholic Herald: proclamare la verità sul matrimonio

Dopo la lettera dei 500 Sacerdoti britannici, anche 500 intellettuali laici del Regno Unito hanno rivolto un appello ai Padri sinodali in difesa della verità sul matrimonio e la sessualità umana chiedendo la ferma riaffermazione della Dottrina di sempre.

La missiva inizia così: “Noi sottoscrittori intendiamo appoggiare e sostenere la lettera firmata da oltre 460 sacerdoti nella recente edizione del Catholic Herald”. Loro sono 516 laici che, evidentemente, sono andati oltre il desiderio del cardinale Nichols, arcivescovo di Westminster, di tenere fuori dai media il dibattito sul sinodo.

L’intervento del cardinale era seguito alla lettera dei quasi 500 sacerdoti di Galles e Inghilterra che avevano appunto pubblicato un appello ai padri sinodali, affinché si approdasse ad un “annuncio chiaro e fermo dell’insegnamento morale immutabile della Chiesa”.

“Come laici – si legge nella lettera pubblicata ora sul Catholic Herald -, tutti noi sappiamo dalle nostre esperienze familiari, o da quelle dei nostri amici o vicini di casa, il trauma straziante del divorzio e della separazione, e siamo solidali con tutti coloro che si trovano in tali situazioni. E‘ proprio per questo motivo che crediamo che la Chiesa debba continuare a proclamare la verità sul matrimonio, dataci da Cristo nei Vangeli, con chiarezza e carità in un mondo che fatica a capirlo. Per il bene di coloro che vivono in unioni irregolari, per il bene di coloro che sono stati abbandonati e vivono secondo gli insegnamenti della Chiesa, e soprattutto per il bene delle generazioni future, è essenziale che la Chiesa continui a rendere chiaro che il matrimonio sacramentale è indissolubile fino alla morte”.

Infine, hanno concluso assicurando le loro preghiere per il Sinodo, aggiungendo che si “aspettano” che “l’insegnamento costante della Chiesa” verrà rappresentato dai padri nel corso dei lavori del prossimo autunno.

Fonte: http://sinodo2015.lanuovabq.it



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *